4 trend di cui sentirete parlare nel 2018 • Il blog di Alessia Solidani
CelebrityLove is in the hairNews

4 trend di cui sentirete parlare nel 2018

Scopriamo insieme i look destinati a spadroneggiare nei prossimi mesi

Alessia-Solidani-blog-trend-2018

Amiche!

Il 2018 è appena iniziato ma all’orizzonte si profilano già chiaramente quali acconciature sono destinate a imperversare per tutto l’anno. Scopriamole insieme!

1/Frangia

Frange, frange e ancora frange: questa la parola d’ordine per il 2018. Mai come durante il prossimo anno assisteremo alla capillare diffusione di questa ricercatissima acconciatura. Niente più paranoie legate alla lunghezza dei capelli oppure a un’eccessiva rotondità del viso: non a caso il bob con frange si conferma essere uno dei tagli più richiesti, con numerose variazioni per accontentare ogni tipo di gusto ed esigenza (per esempio, con frange raccolte di lato alla Emma Stone), ma più in generale assisteremo a un vero e proprio periodo d’oro per quanto riguarda versatilità e adattamento delle frange.

emma-stone-bob-frange-raccolta-laterali

Spazio quindi sia alle rivisitazioni ispirate alle iconiche Brigitte Bardot e Jane Birkin – il cui stile classico viene reinterpretato magistralmente in chiave moderna dalla bellissima Carolin de Maigret – sia a sperimentazioni più marcate e sorprendenti: durante tutto l’anno non mancheranno all’appello ciuffi con frangette scalate, ideali per sfinare un volto troppo rotondo, oppure frange corte a tendina, adatte al contrario ad esaltare visi più lunghi – per le più ardimentose, magari con qualche tocco fluo.

Non mancheranno inoltre frange sfilate da portare lateralmente e l’immancabile frangia lunga, ma la novità più significativa è riservata proprio a quelle donne che vogliono provare questo taglio mantenendo i loro capelli lunghi: in questo caso le frange corte sono perfette per giocare con contrasti di lunghezza e colore.

2/Ribbon Highlights

Nel 2018 i ribbon highlights diverranno un must per tutte le donne intenzionate a esaltare il proprio taglio con questi caratteristici colpi di sole “a nastro”, ovvero non uniformi ma distinti nettamente rispetto al colore dei capelli. I ribbon highlights, infatti, non arrivano fino al cuoi capelluto ma partono da punti diversi situati nella parte centrale del capello, per diventare via via più intensi nei tratti che incorniciano il viso.

L’effetto potete giudicarlo da sole: l’elevato tasso di personalizzazione consente di ottenere effetti sempre nuovi e sorprendenti su qualsiasi tipologia di lunghezza dei capelli. Non c’è una regola precisa riguardo l’estensione o la densità dei ribbon highlights: sentitevi libere di sperimentare e, soprattutto, di trovare la vostra personale e inimitabile combinazione!

ribbon-highlights-alessia-solidani-blog

3/Dirty Blonde

Nel 2018 si affermerà ancora più forte la predominanza dei look eleganti ma casual. Il dirty blonde si inserisce con forza ed efficacia in questa tradizione per la sua capacità di stemperare i biondi platino con i suoi giochi cromatici e mescolando radici più scure a punte più chiare – creando insomma quell’attitudine messy-chic che negli ultimi tempi è diventato il cavallo di battaglia di molte hair stilyst.

Jennifer-Lawrence-dirty-blonde-alessia-solidani.blog

Eclettico e polifunzionale, nel corso del prossimo anno vedremo il dirty blonde praticamente ovunque: su capelli lunghi oppure cortissimi, magari in coppia con le immancabili frange per rilanciare ancora più forte il gioco di contrasti tra colore e lunghezza. Il dirty blonde si conferma estremamente donante anche con i più svariati tagli e acconciature: dal raccolto laterale alla treccia elaborata, passando per soluzioni anche più stravaganti, nei prossimi mesi vi consiglio di tenere gli occhi ben aperti perché assisterete alla sua letterale esplosione in termini di popolarità e diffusione.

cara-delevigne-dirty-blonde-salessia-solidani-blog

4/Pony Tail

Immortalata nei nostri ricordi fin dalla prima infanzia, la coda di cavallo nel 2018 si prepara a conoscere una seconda giovinezza. Nonostante la coda bassa rimanga una delle pettinature apparentemente più facili e veloci da realizzare, la caratteristica che la rende così amata dalle donne è sicuramente la sua versatilità – e lo dimostra magistralmente la magnifica Bella Hadid.

Tornano di moda le code bassissime, legate insieme da un semplice elastico e capaci di donare un naturale effetto sciolto ai capelli, ma anche le ciocche abbondanti raccolte sui lati, o magari impreziosite da capelli mossi e arrotolati sull’elastico.

Anche in questo caso, fate spazio alla personalizzazione! Volete una coda più particolare? Allora prendete in considerazione l’idea di far coinvolgere le trecce in un’unica pony tail, oppure impreziosite la vostra acconciatura con due piccole code laterali per creare un effetto di allungamento e definizione, oppure – per le più ardite – non posso fare a meno di consigliare una pony tail super-high sull’esempio della seducente Rihanna!

rihanna-ponytail-alessia-solidani-blog

E voi? Quali sono le vostre preferenze per il prossimo anno? Avete qualche look da consigliarmi?

Un abbraccio e alla prossima!
A.

Leave a Response